Riva del Garda col Reb

Venerdì 28/08/2009    Riva del Garda Report   (Di Nicola Piccinini) 

Ieri pomeriggio dopo aver bigiato al lavoro ho preparato il Reb e d’accordo con i miei Buddy sono partito per Riva del Garda .

Appuntamento alle 19,15  o giù di li .A Riva del Garda tira una bella e piacevole brezza che smorza le temperature caldamente sgradevoli del pomeriggio.Immersione per me Angy e James .

James mi guarda un po’ stranito e chiede info sul Reb ,è la prima volta che ci immergiamo con 2 configurazioni così diverse e James soffre di un grosso periodo di inattività . James dopo qualche anno di stop ha deciso da qualche settimana di riprendere ed ha effettuato qualche notturna nelle settimane passate ,io sono però un po’ dubbioso sulla sua preparazione fisica.

Nel briefing propongo un max 40/45 mt per un rt di almeno 60 minuti .Angelo conferma mentre James mi dice che è intenzionato a scendere qualcosa in più ma di restare cmq a vista.

Preparo la macchina a bordo lago ed effettuo le operazioni di routin (controllo dispositivi e calibrazione della macchina ).

Ci portiamo in acqua e si parte ,io davanti , Angelo e James dietro come angeli custodi .

A 8 mt Chiedo ad Angelo il check bubble ,è tutto ok ,proseguo e a 30 mt circa cambio il set point da 0,7 a 1,3 .La discesa che fa aumentare la Po2 dei sacchi polmone ed il cambio di set point fanno si che i sensori salgano fino a 1.5 quindi ( 1.6 l’ossigeno risulta tossico) ci faccio un po’ d’attenzione ma poi il tutto si stabilizza ad 1.3 .

La visibilità nei primi metri non è un granchè ma poi si apre e direi che 8/10 mt sui 40 cerano  tutti .

James quasi subito si piazza sotto di me ,io ed angelo  siamo  a poco più di 40 mt mentre lui è circa sui 50mt .

Costeggiamo la parete verso sud/est e restiamo in quota fino circa al 20° quando decidiamo per il ritorno, io resto sui 40 mt mentre james risale e raggiunge Angelo fermandosi poco sopra di me .

A questo punto  comincio a godere come un riccio ,classica immersione da circuito aperto dico tra me e me .Sfondata sul fondo e poi il rientro in risalita ma invece io proseguo restando alla mia quota .

Io non ho problemi di aria e la mia decompressione sarà senza ombra di dubbio più corta della loro ,vedo che i ragazzi cominciano a tirare verso l’alto e quindi li assecondo .

Ormai è più di mezzora che siamo sotto i 40 mt e loro avranno fatto i loro giusti calcoli sulla decompressione ,mi alzo sui 35 mt per gli ultimi minuti dall’arrivo al nostro punto di risalita .

La visibilità è sempre buona e l’acqua è quasi tiepida, io mi sto divertendo un sacco e cerco qualche pesciolino tra una roccia e l’altra .

La parete di Riva del Garda è sempre suggestiva ,e mentre noi rientriamo altri sub vengono verso di noi creando spettacolari giochi di luce con le loro torce .

Ormai siamo arrivati e mentre siamo pronti a risalire, un luccio ?!?! lo illumino in modo che anche Angelo e James possano vederlo ,sarà più di mezzo metro  ed è un po’ stordito dalle nostre luci .

Poco dopo un altro luccio ,questo è un po’ più piccolo ma cmq degno di nota per un antipasto per 3 . James cerca di prenderlo ma il luccio mica è stupido e si dilegua rapidamente .

Dopo circa 40 minuti di immersione siamo finalmente al punto di risaita “ Il tubo”.Io risalgo più lento dei miei compagni ,loro sicuramente hanno meno aria di me e molta più deco da fare .

Io ho 12 minuti all’uscita e 2 li perderò in risalita quindi 10 minuti di deco  ,i ragazzi hanno rispettivamente 38 minuti James e 32 Angelo ………un eternità!Io mi fermo a 8 mt per smaltire l’azoto residuo mentre i ragazzi stanno un po’ più alti ,mancano a me solo un paio di minuti quindi li raggiungo e chiedo maliziosamente ….:quanto vi manca ?Hi !hi!

I miei compagni vedono bene di mandarmi a quel paese e tirano fuori una bottiglia con dentro acqua e granatina che in un primo momento mi hanno fatto pensare a ………..Vino ?!?!?!? Io resto li con loro anche se ormai ho finito ,pastrocchio un po’ col computer cambiando i vari set point ed entrando e uscendo dal circuito chiuso a quello aperto .

Che palle però 8-) ……..io mi annoio quindi vedo bene di rubare una decompressiva ad Angelo e farmi un giretto con le due bail out .Interessante con i 2 bail out assetto perfetto ,molto interessante per le prossime immersioni che diventeranno più impegnative .

Angelo si accorge del furto e con fare minaccioso rivuole la sua deco , va beh! Era solo uno scherzo !Fine immersione , è ormai l’83° e siamo fuori .Pappa che ormai sono la 22,00 passate ed io ho una fame da lupo .

Bella serata grazie ad Angelo e James . 

Ciao Nick

Posted in Subacquea.